Indirizzo

Saint-Gobain PPC Italia S.p.A. 
Via Ettore Romagnoli, 6
20146 Milano
P.IVA 08312170155

 
 
 

Documenti correlati

Documentazione gratuita


   

Descrizione

4 X-RAY - CP.S 113/50 L 4 X-RAY

 

Controparete Gyproc 4 X-RAY - CP.S 113/50 L 4 X-RAY, dello spessore totale di 112,5 mm circa, costituita dagli elementi sottoelencati:

1) LASTRE DI GESSO RIVESTITO Gyproc Wallboard 13 (tipo A secondo UNI EN 520) da 12,5 mm di spessore nel numero di 1 lastra posta come strato più esterno. Le lastre Gyproc Wallboard sono in Euroclasse A2-s1, d0.

2) LASTRE DI GESSO RIVESTITO Gyproc X-RAY PROTECTION 13 (tipo DFI secondo UNI EN 520) da 12,5 mm di spessore nel numero di 1 lastra per parte, poste nello strato più interno in senso orizzontale. Lastra di tipo speciale, il cui gesso è additivato con fibre di vetro e solfato di bario. Insieme allo stucco GYPFILL® X-RAY PROTECTION JOINT MIX, anch’esso contenente solfato di bario, la lastra forma un sistema di rivestimento efficace per la schermatura di sale per la diagnostica e la terapia che ospitano impianti radiologici. Si identificano per la colorazione gialla del nucleo. Le lastre Gyproc X-RAY PROTECTION sono in Euroclasse A2-s1, d0.

3) STRUTTURA METALLICA Gyproc Gyprofile con rivestimento organico privo di cromo, ECOLOGICO, ANTICORROSIVO, DIELETTRICO, ANTIFINGERPRINT, composta da profili metallici in lamiera d'acciaio zincato Z100 da 0,6 mm di spessore:

  • guide orizzontali ad U Gyprofile da 50 mm solidarizzate meccanicamente a pavimento e a soffitto mediante accessori di fissaggio posti ad interasse massimo di 500 mm;
  • montanti verticali a C Gyprofile da 50 mm, posti ad interasse massimo di 600 mm e collegate alla muratura retrostante mediante staffe poste ogni 1000 mm;
  • nastro monoadesivo o biadesivo Gyproc in polietilene espanso a cellule chiuse su tutto il perimetro della struttura metallica e sulle ali interne dei montanti a contatto con la lastra centrale, al fine di eliminare la possibile presenza di ponti acustici dovuti alle trasmissioni attraverso le strutture dell’edificio.

4) STRATO DI MATERIALE ISOLANTE MINERALE in lana di vetro Isover PAR 4+, dello spessore di 70 mm, da inserire nell’intercapedine tecnica tra i montanti della struttura metallica. Lana di vetro in Euroclasse A1.

Le lastre saranno fissate alla struttura metallica di sostegno, mediante:

  • VITI PER LASTRE AD ALTA DENSITÀ, poste ad interasse massimo di 250 mm per le lastre Gyproc X-RAY PROTECTION;
  • VITI PUNTA CHIODO autofilettanti Gyproc poste ad interasse massimo di 250 mm per le lastre interne Gyproc Wallboard;

i giunti fra le lastre interne, orizzontali e verticali, e la finitura delle lastre saranno trattati come segue:

STUCCHI E NASTRI DI RINFORZO Gyproc:

  • Lastre X-RAY PROTECTION: stuccatura di tutti i giunti verticali ed orizzontali, delle teste delle viti e degli angoli di tutti gli strati delle lastre X-RAY PROTECTION mediante l’utilizzo di stucco in pasta pronto GYPFILL® X-RAY PROTECTION JOINT MIX (senza la necessità di interposizione di nastro di armatura). Attendere che lo stucco abbia fatto presa prima di procedere con l’installazione dello strato di lastre successivo.
  • Lastre WALLBOARD: accessori Gyproc per la stuccatura dei giunti, degli angoli e delle teste delle viti in modo da ottenere una superficie pronta per la finitura.

 

Valori di equivalenza del piombo

Il rapporto di equivalenza col piombo delle lastre X-RAY PROTECTION (e dello specifico stucco GYPFILL® X-RAY PROTECTION JOINT MIX) è stato certificato dal Radiation Metrology Group of Public Health England, in accordo agli standard internazionali, IEC 61331-1:2014. Per i valori di spessore equivalente fare riferimento alla documentazione tecnica GYPROC.

 

Caratteristiche prestazionali

  • POTERE FONOISOLANTE: Rw > 67 dB 
    Valutazione analitica con riferimento al Rapporto di prova Istituto Giordano n° 222358 con lana di vetro spessore 45 mm e densità 13 kg/m3.
     
  • ALTEZZA MAX
    Secondo quanto previsto dal DM 14/01/2008 il dimensionamento statico della struttura metallica interna alla parete avverrà in funzione della sua altezza, della destinazione d'uso e del comune dove sorge la costruzione.

Voci di capitolato

Fornitura e posa in opera di controparete Gyproc 4 X-RAY - CP.S 113/50 L 4 X-RAY realizzata con 1 lastra, posta in verticale con giunti orizzontali e verticali sfalsati nel lato esterno, del tipo Gyproc Wallboard 13 (tipo A secondo UNI EN 520 e Euroclasse A2-s1,d0, classe di fumo F1 secondo AFNOR NF 16-101 e ISO5659-2) da 12,5 mm di spessore, e con 4 lastre, poste in orizzontale con giunti orizzontali e verticali sfalsati nel lato interno, del tipo Gyproc X-RAY PROTECTION 13 (tipo DFI secondo UNI EN 520 e Euroclasse A2-s1,d0). Le lastre X-RAY PROTECTION sono di tipo speciale, il cui gesso è additivato con fibre di vetro e solfato di bario, e si identificano per la colorazione gialla del nucleo. Insieme allo stucco GYPFILL® X-RAY PROTECTION JOINT MIX, anch’esso contenente solfato di bario, la lastra forma un sistema di rivestimento efficace per la schermatura di sale per la diagnostica e la terapia che ospitano impianti radiologici.

Le lastre saranno fissate con viti autoperforanti fosfatate su orditura metallica di sostegno Gyproc Gyprofile con rivestimento organico privo di cromo, ECOLOGICO, ANTICORROSIVO, DIELETTRICO, ANTIFINGERPRINT. La struttura in lamiera d’acciaio zincato da 0,6 mm di spessore, costituita da profili montante a C aventi larghezza 50 mm, opportunamente inseriti in guide ad U orizzontali, poste a pavimento e a soffitto.

I montanti saranno posati con interasse massimo di 600 mm, vincolati alla parete esistente mediante staffe in acciaio poste ad interasse di 1,2 m in altezza.

Nell’intercapedine tecnica tra i montanti verrà inserito pannello isolante in lana di vetro Isover PAR 4+, spessore 45 mm, densità 13 kg/m3.

I giunti fra le lastre Gyproc Wallboard, orizzontali e verticali, gli angoli e la testa delle viti saranno trattati con stucchi GYPROC, nastri d’armatura, paraspigoli e quanto necessario per dare il lavoro finito a regola d’arte. I giunti fra le lastre Gyproc X-RAY PROTECTION, gli angoli e la testa delle viti, per tutti gli strati presenti, saranno trattati con stucco in pasta GYPFILL® X-RAY PROTECTION JOINT MIX (senza la necessità di interposizione di nastro di armatura). Attendere che lo stucco abbia fatto presa prima di procedere con l’installazione dello strato di lastre successivo.

Su tutto il perimetro della struttura metallica sarà applicato il nastro in polietilene espanso per desolidarizzare la parete dalla struttura portante.

La posa in opera dovrà essere conforme a quanto riportato nella documentazione tecnica Gyproc.

Modalità applicative

Le lastre in gesso rivestito Gyproc X-RAY PROTECTION hanno la stessa lavorabilità (taglio, avvitatura, ecc.) delle lastre in gesso rivestito standard. Avvitare le lastre Gyproc X-RAY PROTECTION disposte in orizzontale alla struttura metallica Gyprofile, montanti verticali disposti ad interasse massimo di 600 mm, mediante viti autoperforanti (preferibilmente per lastre ad alta densità), poste ad interasse massimo di 300 mm (ridurre l’interasse a 200 mm lungo il perimetro e negli angoli). Sfalsare tutti i giunti, verticali ed orizzontali, tra i due paramenti ai lati della struttura metallica. Tutti i giunti tra le lastre, le intersezioni con altre strutture (compreso lungo il perimetro della parete) e le teste delle viti devono essere riempiti e stuccati con lo stucco in pasta GYPFILL® X-RAY PROTECTION JOINT MIX. Nel caso di soluzioni con più strati di lastre, occorre stuccare con GYPFILL® X-RAY PROTECTION JOINT MIX ogni giunto dello strato di lastre applicato (comprese le teste delle viti), prima di procedere all’applicazione dello strato successivo (attendere che lo stucco abbia fatto presa), il tutto per mantenere l’integrità della protezione dalle radiazioni. Terminata l’applicazione delle lastre Gyproc X-RAY PROTECTION necessarie per la protezione dalle radiazioni richiesta, installare a rivestimento della superficie a vista una lastra in gesso rivestito Gyproc (dalla lastra standard Wallboard 13 fino alle lastre prestazionali Habito Forte 13, a seconda delle necessità e richieste prestazionali) al fine di proteggere le lastre Gyproc X-RAY PROTECTION e aumentare il livello di finitura (lastra a vista a rivestimento installata in verticale).

Prodotti correlati

4 X-RAY - CP.S 113/50 L 4 X-RAY include i seguenti prodotti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarle pubblicità e servizi in linea con le sue preferenze.

Se vuole saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicchi qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, lei acconsente all’uso dei cookie.