Indirizzo

Saint-Gobain Italia S.p.A. 
Via Giovanni Bensi, 8
20152 Milano
P.IVA 08312170155

 
 
 

In arrivo nuove regole antincendio per le facciate e le coperture degli edifici civili

 

È disponibile la nuova edizione del Manuale Tecnico per la Protezione passiva dal fuoco 

Scarica il documento e scopri tutte le soluzioni Saint-Gobain per facciate e coperture che garantiscono la più elevata sicurezza in conformità ai requisiti previsti dalla RTV Chiusure d'ambito degli edifici civili.

Manuale Tecnico Protezione passiva dal fuoco - 19.79 MB

Focus RTV Chiusure d'ambito degli edifici civili

Lo scorso 8 aprile 2022 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Ministero dell’Interno che approva e rende obbligatoria la Regola Tecnica Verticale (RTV) sulle Chiusure d'ambito degli edifici civili (Capitolo V.13). L’obiettivo è quello di limitare la propagazione degli incendi originati all’interno e all’esterno degli edifici civili residenziali - strutture sanitarie, scolastiche, alberghiere, commerciali, uffici - attraverso le chiusure d’ambito. La nuova norma entrerà in vigore dal 7 luglio 2022.  

Per la prima volta in Italia vengono introdotti precisi e obbligatori requisiti minimi di contenimento degli incendi per le facciate e le coperture degli edifici civili, siano essi di nuova costruzione o esistenti, sottoposti alle norme tecniche del Codice di prevenzione incendi (vedi art. 2.1 del D.M. 03/08/2015, lista in continuo aggiornamento).

Per la lettura del testo completo della RTV Chiusure d’ambito degli edifici civili (Capitolo V.13) si può consultare il Codice di prevenzione incendi, disponibile nell’ultima versione al seguente link nel sito del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco: https://www.vigilfuoco.it/allegati/PI/COORD_DM_03_08_2015_Codice_Prevenzione_Incendi.pdf.

I requisiti minimi di comportamento al fuoco si differenziano a seconda della destinazione d’uso e delle caratteristiche degli edifici:

per la facciata, suddivisi in:
       a. sezione corrente
       b. fasce di separazione

per la copertura, suddivisi in:
       a. sezione corrente
       b. fasce di separazione

per la protezione da combustibili

per la protezione da impianti energetici

Le fasce di separazione vanno realizzate in corrispondenza delle proiezioni della compartimentazione interna, sia orizzontale (solai), sia verticale (pareti), e devono rispettare entrambe le seguenti condizioni:

Facciata:

  • essere realizzate con materiali/prodotti con reazione al fuoco in Euroclasse A1 o Euroclasse A2-s1,d0 come ad esempio le lane minerali
  • essere costituite da uno o più elementi costruttivi aventi classe di resistenza al fuoco E 30-ef (o→i) o, se portanti, RE 30-ef (o→i) – requisito che deve essere soddisfatto dalla parete di base.

Copertura:

  • classe di comportamento al fuoco esterno BROOF (t2), BROOF (t3), BROOF (t4) o, in alternativa, classe di resistenza al fuoco EI 30

La nuova norma è la prima di un pacchetto di provvedimenti che sarà emanato attraverso circolari e nuovi decreti del Ministero dell'Interno e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.